Corsi on-line

MongoDB, soluzione NoSQL per l’archiviazione

I database relazionali cominciano a non tenere il passo con i tempi, sempre più servizi adottano soluzioni differenti per la memorizzazione e la gestione dei dati, si pensi per esempio ad un social network frequentatissimo come Twitter che basa il suo funzionamento sulla tecnologia XML, ritenuta più adatta per le operazioni di condivisione delle informazioni.

MongoDB è un database realizzato in C++ che permette di salvare i dati nel formato BSON, una rappresentazione binaria per i file JSON (JavaScript Object Notation) classicamente utilizzati per lo scambio di informazioni. L’applicazione, grazie ad apposite librerie, consente l’interazione con script realizzati in linguaggi SSI (ad esempio PHP) e programmi realizzati in Java, Ruby, Python etc.

MongoDB potrà essere utilizzato sia su Windows che su Linux, ma non manca il supporto per sistemi operativi meno diffusi; la sua caratteristica principale è forse quella di non prevedere uno schema per l’archiviazione dei dati, in questo modo sarà possibile l’inserimento diretto di oggetti tra le informazioni archiviate.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche