Corsi on-line

Linux: utilizzare locate anche in device esterni

Come impostazione predefinita, il comando “updatedb” è in grado di procedere all’indicizzazione della sola partizione di root, ciò in pratica significa che il comando “locate” di default non potrà essere utilizzato per effettuare ricerche all’interno di device esterni come per esempio i Flash Drive USB che, oggi come oggi, sono talmente capienti da essere utilizzati come dei veri e propri hard disk portatili.

Non disperiamo però, un sistema per estendere l’indicizzazione di “updatedb” oltre i confini della sola partizione di root esiste, per far questo bisognerà però mettere le mani sul file.

/etc/updatedb.conf

che dovrà essere aperto e editato modificando la seguente direttiva:

PRUNEPATHS="/tmp /var/spool /media"

in questo modo:

PRUNEPATHS="/tmp /var/spool"

Una piccola correzione che permetterà di aggiungere i device via via montati sul sistema al percorso di ricerca di “locate”.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche