Corsi on-line

Siti offline con .htaccess

Sono tanti i motivi per cui si può avere l’esigenza di mandare off line un sito Web: manutenzione, aggiornamento del Content Manager utilizzato, messa in sicurezza dei contenuti da vulnerabilità rilevate, restyling, migrazione tra piattaforme e molto altro; qualunque sia il motivo per il quale lo si fa, in questo post vedremo come questa procedura possa essere molto semplice se operata attraverso un file .htaccess.

Diamo la “parola” al codice:

RewriteEngine On
RewriteBase /$rewrite_base
RewriteCond %{REMOTE_HOST} !1xx\.xxx\.xxx\.xxx
RewriteCond %{REQUEST_URI} !error\.php
RewriteCond %{REQUEST_URI} !(\.gif|\.jpeg|\.jpg|\.png|\.bmp|\.js|\.css|\.swf)$
RewriteRule (.*) error.php [R=307,L]

Niente di particolarmente complicato, per digitare correttamente il file bisognerà ricordarsi di riscrivere la seguente riga sostituendo il valore passato alla direttiva con un indirizzo IP corretto:

RewriteCond %{REMOTE_HOST} !1xx\.xxx\.xxx\.xxx

Bisgnerà inoltre sostituire il nome del file “error.php” con quello realmente utilizzato per segnalare la messa off line del sito; infine, potrebbe essere necessario correggere la riga:

RewriteRule (.*) error.php [R=307,L]

con

RewriteRule (.*) error.php [R,L]

Se si utilizzano versioni più datate di Apache come per esempio la 1.3 e la 2.0.

Per approfondimenti.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche