Corsi on-line

La Francia vieta (per legge!) la password criptate

Basta parlar male del nostro Paese! Per una volta l’obbiettivo dei nostri strali non sarà la Penisola e il suo modo abbastanza vergognoso di osteggiare qualsiasi cosa rappresenti un minimo di innovazione, ma i nostri cugini transalpini famosi per abitare nel secondo paese al Mondo per patrimonio artistico e enogastronomia; apprendo infatti dal blog di Napolux che le autorità francesi hanno deciso di proibire per legge (si, avete letto bene) l’archiviazione criptata delle password all’interno di un database.

La geniale idea, che se fosse venuta in mente ad un legislatore italiano avrebbe già causato un ricorso al Tribunale per i Diritti dell’Uomo, si applica a servizi per il commercio elettronico, ai provider di posta elettronica e ai fornitori di servizi per la vendita e il noleggio di contenuti multimediali, non si estende invece ai siti personali e ai social network (Vive la Liberté!), ma non si esclude che in futuro la straordinaria decisione possa estendere ulteriormente il suo paterno raggio d’azione.

Per una volta i nostri legislatori sono stati superati nella loro visione miope della tecnologia, la paura è che possano presto recuperare il terreno perduto.

Immagine ripresa da Qdig – Quick Digital Image Gallery

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche