Corsi on-line

Microsoft porta Hyper-V in Windows 8

Buone notizie da Redmond, buone per tutti tranne che per Oracle. La Microsoft ha infatti deciso di portare la piattaforma di virtualizzazione Hyper-V su Windows 8, ciò significa che l’applicazione, inizialmente utilizzabile soltanto su Windows Server, sbarcherà finalmente su desktop, condizione che determinerà lo svilupporto in Hyper-V di alcune funzionalità, come per esempio l’accelerazione hardware, fino ad ora lasciate in sospeso perché non indispensabili nei server.

Per molto tempo Hyper-V è stato un concorrente diretto di VMware, quest’ultimo è stato infatti pensato appositamente per l’utilizzo in ambito enterprise, ora la soluzione concepita da Redmond si propone anche come alternativa del VirtualBox di Oracle su desktop che fino ad ora non temeva rivali.

Che qualcosa si stesse muovendo attorno ad Hyper-V lo si sospettava già da tempo, recentemente infatti gli sviluppatori del progetto avevano deciso di introdurre il supporto per i dischi virtuali (VHD) e per le immagini ISO, caratteristiche che aprono le porte del progetto all’emulazione Linux.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche