Corsi on-line

Internet Explorer scende sotto quota 50% (colpa del mobile)

Secondo una recente rilevazione condotta da Netmarketshare, i cui dati sono aggiornati al mese scorso, il browser della Casa di Redmond avrebbe perduto ulteriormente quote di mercato scendendo al di sotto della quota del 50% che va considerata come una sorta di “soglia psicologica” attraversata la quale Internet Explorer perderebbe la sua posizione di quasi monopolio per la navigazione sul Web.

Prima di oggi infatti, e se i dati di Netmarketshare dovessero essere confermati, la somma delle quote di mercato degli altri browser non raggiungeva quella registrata dal solo IE, ora la situazione sarebbe cambiata in particolare grazie alla crescita del marketshare dei programmi  per la navigazione in mobilità.

Il 62.2% della navigazione tramite smartphone e tablet verrebbe effettuata ad oggi tramite Safari Mobile, secondo posto per Opera Mini e terzo gradino del podio per il browser predefinito Android; in questo settore la quota di mercato di Internet Explorer non supererebbe il 0.16%, mentre il marketshare totale di IE sarebbe pari al 49.6%.

Tenendo unicamente conto del mercato dei browser per Pc, la situazione cambierebbe anche se non in modo sostanziale, in questo caso infatti il programma della Microsoft dovrebbe detenere ancora il 52.6% contro i 22.5 punti percentuali di Mozilla Firefox e il 17.6% di Google Chorme.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche