Corsi on-line

HTML e geotagging

Il geotagging è una delle funzionalità oggi più richieste tra quelle messe a disposizione da Apps (in particolare per i dispositivi mobili) e Web applications; il linguaggio di markup per le pagine Internet consente di definire facilmente i dati relativi alla localizzazione attraverso diverse metodologie; analizziamone alcune.

Un primo approccio è quello relativo ai microformati, o per meglio dire al microformato GEO, esso è utilizzato per demarcare coordinate geografiche relative a latitudine e longitudine in (X)HTML; la sintassi necessaria in questo caso deve essere strutturata sul modello seguente:

<span class="geo">
<span class="latitude">41.890520</span>;
<span class="longitude">12.494249</span>
</span>

In questo caso le coordinate utilizzate corrispondono alla città di Roma; un altro approccio è quello relativo all’ICBM (Intercontinental Ballistic missile) tag method che viene utilizzato per il geotag standard delle pagine Web in formato HTML:

<meta name="ICBM" content="41.890520, 12.494249">

Infine, vi è un approccio simile a quello precedente, basato sempre sui geotag, che permette l’inserimento di informazioni integrative sulla località definita tramite meta-tag:

<meta name="geo.placename" content="Roma, Italia" />
<meta name="geo.position" content="41.890520;12.494249" />
<meta name="geo.region" content="IT-Lazio" />

Per il calcolo delle coordinate vi consiglio la consultazione del servizio MyGeoPosition.com che, oltre a latitudine e longitudine, vi metterà a disposizione anche i geotag che sono de-facto standard per il geotagging.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche