Corsi on-line

PEC: no a sanzioni per mancata comunicazione fino al 2012

Su iniziativa del Ministero per lo Sviluppo Economico le Camere di Commercio sono state invitate a rinviare fino all’inzio del 2012 l’applicazione delle sanzioni inizialmente previste per le imprese che non avrebbero comunicato la propria PEC (indirizzo di Posta Elettronica Certificata) al Registro Imprese entro il 29 novembre.

E’ probabile che con questa iniziativa il Ministero abbia voluto evitare ulteriori oneri per le aziende che, in un periodo di crisi generalizzata, si sono comunque dovute impegnare nel versamento degli acconti previsti come ogni anni per la fine del mese corrente.
D’altra parte questo rinvio non fa altro che contrastare con le precedenti prese di posizione del Ministero che, lo scorso 3 novembre, aveva incentivato le varie Camere di Commercio ad applicare velocemente delle sanzioni per coloro che non avessero comunicato la propria PEC entro il termine precedentemente previsto.

Secondo i dati comunicati da Il Sole 24 Ore, al 21 novembre scorso sarebbero state soltanto 505.478 le società che avrebbero effettuato la comunicazione della PEC (appena il 36,5% sul totale), impossibile quindi pensare che il ritardo da parte della maggior parte degli obbligati sarebbe stato colmabile in pochi giorni.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche