Corsi on-line

Pocket Island, una storia d’insuccesso per HTML5

Pocket Island è il nome di un videogioco rilasciato sotto licenza Open Source dalla game house Wooga, esso è stato realizzato utilizzando HTML5 come variante di un altro titolo, “Magic Land”; quest’ultimo è stato creato adottando la tecnologia Flash di Adobe, quindi, quando si è presentata l’esigenza di produrre una versione per iOS, l’alternativa migliore è parsa HTML5.

La release per il sistema operativo della Casa di Cupertino, concepita per funzionare attraverso la versione per dispositivi mobili di Facebook, è stata distribuita all’inizio dell’ultimo trimestre del 2011; il successo sarebbe arrivato molto velocemente grazie ad oltre un milione di utilizzatori conquistati in appena un bimestre, ma altrettanto rapidamente se ne sarebbe andato.

L’orda di giocatori che inizialmente erano stati affascinati da “Magic Land Island”, si è trasformata in un drappello composto da poche migliaia di aficionados, quali i motivi di questa disfatta? Secondo i ragazzi di Wooga la responsabilità dell’accaduto sarebbe dovuta proprio ad HTML5; ottenere con questa tecnologia le stesse funzionalità disponibili con Flash sarebbe stato, a loro dire, impossibile.

A onor del vero è necessario affermare che Wooga sarebbe intenzionata a proseguire nella realizzazione di titoli basati sull’ultima versione del markup per le pagine Web; la lora accusa sarebbe infatti diretta più verso i vendors e ai loro market place che contro HTML5.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche