Corsi on-line

Gestire archivi Open Data con Recline.js

Il futuro del rapporto tra utenza e Pubblica Amministrazione risiede nell’Open Data? L’interrogativo è d’obbligo dato che non tutti i giocatori in campo si sono dimostrati degli entusiasti sostenitori dell’innovazione, ma la possibilità d’interagire con sorgenti d’informazioni liberamente disponibili non potrebbe che giovare alla trasparenza e all’economicità dei processi decisionali; se siete degli sviluppatori e il tanto invocato cambiamento portato dall’Open Data ci sarà, dovrete farvi trovare preparati, magari imparando ad utilizzare soluzioni Open Source come Recline.js.

Rilasciata sotto licenza MIT (Massachusetts Institute of Technology), Recline.js è una libreria realizzata in JavaScript e concepita per la produzione di Web applications in grado di dialogare con gli archivi di dati aperti; la libreria supporta DataHub (l’archivio delle raccolte di dati organizzate tramite la data portal platform CKAN), il formato comma-separated values, i fogli di calcolo di Excel e i documenti di Google Docs.

Realizzato dagli sviluppatori della OKFN (Open Knowledge Foundation), Recline.js fornisce in pratica un’interfaccia utilizzabile via browser per la visualizzazione e la manipolazione degli Open Data; il suo punto di forza risiede nella feature Recline Data Explorer, grazie ad essa sarà possibile personalizzare dei grafici sulle base delle informazioni che si desidera restituire in output e, funzionalità particolarmente attuale, di geolocalizzare i dataset.

Da segnalare anche la possibilità di creare delle Views attraverso le quali lanciare interrogazioni e lo strumento Recline Timeliner, una feature per la generazione di linee temporali corredabili con descrizioni testuali, immagini ed elementi audio-video.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche