Corsi on-line

Ubuntu 12.10 è in Beta

La Canonical ha reso disponibile da alcuni giorni la prima versione Beta di Ubuntu 12.10; prima di passare ad una breve panoramica delle novità di questo rilascio, è già possibile anticipare che chi ha utilizzato la 12.04 con buoni risultati probabilmente non sarà particolarmente incentivato ad effettuare un aggiornamento, questo perché in primo luogo la 12.04 è una LTS (Long Term Support) mentre la 12.10 è un STS (Standard Term Support), in secondo luogo perché le features addizionali non giustificherebbero una migrazione.

Quantal Quetzal, questo il nome in codice della nuova release, è associata ad una nuova immagine ISO dal peso di 800 Mb, troppo per un comune supporto CD Rom, ed è quindi pensata per installazioni con Flash Drive USB o DVD Rom;  è stato inoltre rimosso il programma d’installazione appositamente dedicato alle piattaforme (Mac) Os X; ciò significa che le immagini fornite saranno soltanto due.

Tra gli aggiornamenti dei packages a corredo si segnala la presenza di LibreOffice 3.6.1 (con supporto per la Unity Menù Toolbar) e di GNOME 3.5.90 che è poi la Beta di GNOME 3.6; da segnalare anche l’adozione del Linux kernel3.5.3, cioè l’ultimo upgrade in versione definitiva Linux 3.5. Gli sviluppatori non mancheranno di notare l’inclusione di Python 3.0 come release di default del linguaggio.

La prima Beta di Ubuntu 12.10 presenta poi Unity 6.4 che offre il supporto per le features di Dash Preview e la modalità di visualizzazione Cover Flow; da notare che l’Update Manager del sistema è stato reso più user friendly e ribattezzato con il nome di Software Updater.

Le versioni Beta non vanno assolutamente utilizzate in fase di produzione, quindi anche la Beta 2, che verrà rilasciata plausibilmente il 27 di settembre, sarà destinata unicamente ai test; la stabile è attesa invece per il 18 ottobre 2012.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche