Corsi on-line

Disponibile Google mod_pagespeed 1.0 per Apache

Gli sviluppatori di Mountain View hanno lavorato per quasi due anni per la realizzazione del modulo Apache denominato mod_pagespeed, ora, dopo ben 18 release non definitive, il componente è stato rilasciato sotto forma di stabile (mod_pagespeed 1.0); il suo compito è in pratica quello di effettuare un’ottimizzazione on the fly delle pagine Internet in modo da renderne il caricamento più rapido possibile.

Il mod_pagespeed viene distribuito sotto licenza Open Source, caratteristica che lo rende utilizzabile liberamente, inoltre, il modulo potrà essere integrato gratuitamente nel proprio Web server seguendo l’esempio di oltre 120 mila siti Web che già lo hanno adottato.

La scelta di realizzare mod_pagespeed appositamente per Apache non è stata naturalmente casuale, questo engine HTTP è infatti attualmente utilizzato per la gestione delle richieste relative a circa il 60% dei siti Internet in fase di produzione a livello globale; per l’ottimizzazione delle pagine il modulo mette a disposizione una quarantina di filtri differenti dedicati alle diverse componenti di una risorsa.

Nell’ottica di limitare quanto più possibile i tempi di latenza, mod_pagespeed sarà in grado di comprimere le immagini operando un resize automatico a carico di esse ogni volta che la modalità di visualizzazione richiesta dal browser del client lo renderà necessario, ma il modulo sarà anche in grado di rendere più rapido il caricamento degli script JavaScript e delle regole di stile basate su CSS.

Sulla base dei test effettuati nel corso della fase di sperimentazione, mod_pagespeed non dovrebbe influire in alcun modo sul rendering delle pagine, per cui non sarebbero state riscontrare delle differenze tra le pagine ottimizzate e quelle non sottoposte ai filtri del modulo; secondo i benchmark eseguiti, in alcuni casi mod_pagespeed sarebbe in grado di intervenire sui tempi di caricamento fino a dimezzarli.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche