Corsi on-line

Google realizza il suo anti-spam

Il problema dei link in entrata provenienti da siti di scarsa qualità è molto sentito dai Webmaster e dai SEO che desiderano ottimizzare le proprie pagine Web per i motori di ricerca; per questo motivo gli sviluppatori di Mountain View hanno deciso di fornire una propria soluzione anti-spam che permetta di rifiutare i collegamenti ipertestuali sgraditi.

I junk links incidono negativamente sia sul ranking che sull’indicizzazione, il nuovo tool di Google, denominato semplicemente “Rifiuta link“, permetterà di creare una blacklist personalizzata attraverso un semplice modulo all’interno del quale digitare l’URL del sito da proteggere e creare un elenco dei link dai quali non si desidera un collegamento.

Nello specifico, questo strumento potrà essere utilizzato per limitare gli effetti derivanti dai collegamenti con risorse che tentano di aumentare il livello del proprio ranking associandosi a realtà con PageRank elevato; non sempre questi link vengono inseriti con intenti malevoli, possono essere infatti anche l’effetto dell’imperizia di Webmaster inesperti. Ma l’algoritmo di Big G non valuta certo le intenzioni.

Attenzione! (il grassetto è d’obbligo), questa funzionalità è dedicata a chi svolge un lavoro di gestione dei siti Web a livello professionale con compiti da “admin”, plausibilmente gli unici che potrebebro prevedere gli effetti delle proprie azioni di esclusione; infatti, come sottolineano gli stessi tecnici di Google, il motore di ricerca svolge già automaticamente un lavoro di filtraggio dello spam per blog e pagine personali.

Si tenga conto inoltre che, se da una parte la procedura necessaria per rifiutare un link è veloce e immediata, dall’altra la richiesta di rimozione di un’URL dalla lista degli indesiderati sarà analizzata con attenzione (e in tempi variabili) da Google, senza la certezza di ottenere una risposta positiva.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche