Corsi on-line

OpenPEC: la PEC libera

OpenPEC è un interessante progetto per l’implementazione di una soluzione Open Source per la Posta Elettronica Certificata (PEC), l’idea di base è in pratica quella di sviluppare un’alternativa che non sia soltanto valida a livello tecnico, ma anche conforme alle regole pubblicate nel Decreto Ministeriale del 2 novembre 2005 e successive note integrative. Come è noto infatti, la PEC è nata con l’obiettivo di trasferire su digitale il concetto di raccomandata con ricevuta di ritorno, essa rappresenta un sistema nel quale al mittente di un’email viene fornita della documentazione elettronica, con valenza legale, certificante la spedizione  e la consegna di documenti digitali.

Giunta recentemente alla versione 2.2.8 e stabile da tempo, OpenPEC recepisce tutte le ultime note e gli  aggiornamenti emessi dal DigitPA, cioè l’ente nazionale per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione; l’ultima release del progetto propone un approccio differente per le comunicazioni inoltrate verso i moduli HSM (Hardware Security Module) allo scopo di incrementarne il livello di affidabilità e rendere più rapide le operazioni di firma e verifica.

OpenPEC viene sviluppato in linguaggio Perl ed è stato concepito per essere modulare e consentire facili estensioni e personalizzazioni; non si tratta di una soluzione sviluppata da zero, infatti essa trova origine in un ramo del progetto AMaVIS, libero da licenze commerciali, per l’estensione dei mail server Open Source più utilizzati con features appositamente dedicate alla protezione contro minacce come le infezioni da virus.

Essendo stato pensato come estensione per sistemi già funzionanti, OpenPEC non richiederà impegnative operazioni di migrazione o riconfigurazione per il suo utilizzo; tra le sue funzionalità principali è possibile segnalare la gestione delle Certificate Revocation List, l’aggiornamento automatico dei domini locali, la marcatura temporale e la storicizzazione dei log.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche