Corsi on-line

Rilasciato il Kernel Linux 3.7

E’ stato lo stesso Linus Torvalds, creatore del Kernel, a rendere noto il completamento dell’implementazione di Linux 3.7 e il conseguente rilascio; la nuova versione del progetto presenta integrazioni interessanti dedicate in particolare alle architetture ARM (Advanced RISC Machine) ma rappresenta anche un momento di discontinuità con il passato che potrebbe avere delle ripercussioni sia per gli sviluppatori che per i sostenitori del Pinguino.

Come anticipato, la novità più interessante riguarda sicuramente una maggiore compatibilità a livello hardware con i microprocessori RISC a 32-bit oggi molto diffusi per i sistemi embedded, ciò dovrebbe consentire (in futuro) di operare porting più semplici del Kernel su un’architettura che ormai accomuna milioni di dispositivi in commercio tra smartphone, tablet nonché periferiche per Pc; tale aggiornamento è però al momento generico, i chipset ARM richiedono infatti l’adattamento del Kernel in quanto non sono nativamente compatibili con tutte distribuzioni.

E’ poi da sottolineare che il supporto del Kernel è stato pensato in particolare per la gestione di server basati su ARM, per cui la compatibilità con i dispositivi mobili è da considerarsi tutt’altro che automatica; per contro va anche detto che questa release prelude a una decisione storica da parte di Torvalds e degli altri responsabili del progetto, infatti verrà presto abbandonato il supporto per le CPU 80386 prodotte dalla Intel.

Tra le altre novità è sicuramente da segnalare la maggiore compatibilità con Android attraverso numerosi interventi di correzione e una migliore gestione di zRam per l’ottimizzazione della memoria sui device mobili; tramite una partnership con AMD e Valve è stato migliorato anche il suppoto per le schede  prodotte grafiche AMD/ATI.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche