Corsi on-line

Rilasciato il Kernel Linux 3.9

E’ stato lo stesso Linus Torvalds, creatore del progetto, ad annunciare il rilascio del  Kernel Linux 3.9 in versione stabile; quest’ultima, esattamente come accadde per la release 3.2.x, metterà a disposizione un supporto a lungo termine, si tratta quindi di una LTS. Molte le novità presenti in questo aggiornamento, a cominciare dalla correzione dei malfunzionamenti a carico del supporto per ALSA e PulseAudio riscontrati dagli utilizzatori di alcune distribuzioni come per esempio Ubuntu 13.04 e Fedora 19 (attualmente ancora in fase di implemetazione).

Buone notizie anche per quanto riguarda le  ottimizzazioni dedicate ai filesystem e in particolare per EXT4 e BTRFS, quest’ultimo dovrebbe dimostrarsi molto più stabile che in passato e sostanzialmente pronto per essere adottato in alcune delle prossime distro tra cui la già citata Fedora 19; stesso discorso per quanto riguarda l’algoritmo di compressione LZO, il supporto per i titoli su SteamBox (Valve) e i driver Nouveau, Radeon e Intel che dovrebbero godere ora di un maggior livello di compatibilità.

L’upgrade 3.9 è stato implementato grazie ad alcune importanti collaborazioni tra cui quella con gli sviluppatori della Canonical, una partnership dalla quale prende vita il Kernel PPA lffl che dovrebbe semplificare l’installazione e l’aggiornamento del kernel Linux su Ubuntu e sulle varie release derivate; nell’ambito di tale progetto dovrebbero essere presto disponibili gli adattamenti per CPU Intel, AMD e architettura ARM.

Molto probabilmente il 3.9 sarà il Kernel di riferimento anche per Android 5.0 (ammesso che questa sarà effettivamente la numerazione utilizzata al momento del rilascio), per questo motivo gli sviluppatori di Linux hanno collaborato attivamente con quelli di Big G per migliorare la KVM (Kernel Based Virtual Machine) e la piattaforma Google SDK dedicata agli sviluppatori di applicazioni per il Robottino Verde.

Fonte: Linus Torvalds

 

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche