Corsi on-line

Finisce l’era del browser Camino

Il team di sviluppo del browser Web Camino ha comunicato ufficialmente la dismissione del progetto, l’applicazione non verrà ulteriormente implementata; agli utilizzatori del programma si consiglia il passaggio ad un browser più aggiornato per il proprio sistema (Mac) Os X, negli ultimi anni Camino non sarebbe riuscito a tenere il passo con l’evoluzione dei Web Standard e, nel contempo, sarebbe diventato sempre più insicuro in mancanza dei necessari security updates.

Camino

Camino venne inizialmente chiamato “Chimera” ma tale nome fu successivamente modificato per non incorrere in problematiche legali; la prima release pubblica fu la 0.1 rilasciata il 13 febbraio 2002, questa versione non si caratterizzava per l’ampia disponibilità di features ma risultò talmente veloce da proporsi come alternativa valida al browser integrato nel sistema operativo della Casa di Cupertino.

Il progetto godette agli esordi di uno sviluppo regolare anche grazie al contributo di alcuni sviluppatori che lavoravano su un altro browser caratterizzato da un grande successo iniziale, Netscape; nel 2003 la AOL (che aveva acquistato Nescape per 4.2 milioni di dollari nel 1998) decise di non puntare più su Camino la cui versione 0.7 venne comunque rilasciata nel marzo dello stesso anno.

La release successiva, Camino 0.8, fu quindi la prima completamente Open Source e implementata grazie all’opera di una vasta community che contribuì al suo sviluppo con patch, bug fixing, localizzazioni e test pre-rilascio; basato su Mozilla, Camino si integrò nella piattaforma della Mela Morsicata grazie all’utilizzo dell’ambiente Cocoa in luogo di XUL per la realizzazione dell’interfaccia utente.

Basato sul rendering engine Gecko (come Mozilla Firefox) e reso particolamente leggero da un’implementazione completamente concentrata sulla navigazione, Camino venne aggiornato per l’ultima volta nel 2012 (versione 2.1.2).

Via Camino Browser

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche