Corsi on-line

Pico, CMS database-less in PHP

Avete presente applicazioni come Drupal, Joomla o MODX? Tutti CMS avanzati, ricchissimi di funzionalità e database-driven adatti all’implementazione di progetti complessi; Pico non è invece niente di tutto questo, si tratta infatti di un Content Manager dotato di un numero limitato di features, pensato per la realizzazione di siti Web di piccole dimensioni e basato su un semplice flat file per la memorizzazione delle informazioni.

Pico

Utilizzare Pico è molto semplice, per impiegarlo sarà sufficiente un ambiente basato come minimo sulla versione 5.2.4 di PHP, nel caso in cui il Web server di riferimento sia Apache sarà necessario che il modulo mod_rewrite per la riscrittura delle URL sia stato attivato; l’applicazione integra un file di configurazione (“config.php” disponibile nella root della directory di Pico) che permetterà di effettuare l’override delle impostazioni di default.

Pico, che viene rilasciato sotto licenza Open Source, utilizza la sintassi markdown ma può contenere anche comune markup HTML; non è disponibile alcun pannello di amministrazione in backend, l’utilizzatore dovrà invece creare dei file con estensione “.md” e salvarli all’interno della cartella “/content”. Si potranno generare sottocartelle e associare ad esse un file “index.md”, nel caso in cui un contenuto non dovesse risultare reperibile verrà richiamato il file “404.md” anch’esso presente in “/content”.

L’applicazione utilizza TWIG come template engine, per cui si consiglia la consultazione della relativa documentazione nel caso in cui si presenti la necessità di personalizzare il proprio layout; gli sviluppatori potranno creare dei plugin basati su classi per estendere le funzionalità di base uploadando un apposito file PHP all’interno della directory “/plugin”, il file e la relativa classe dovranno avere lo stesso nome.

Via: Pico

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche