Corsi on-line

Aggiornare Ubuntu alla versione 13.10

Ubuntu 13.10 (Saucy Salamander) non ha portato con sè particolari novità, certo possiamo citare i miglioramenti apportati a Compiz e Unity 7, con l’introduzione del nuovo Unity Lens Scope per le ricerche mirate da Dash, o il passaggio al Kernel Linux 3.11.x e a Mesa 9.2, ma nel complesso le scelte della Canonical sembrerebbero essere state dettate dal mantenimento dell’esistente, ne sarebbe una riprova Gnome 3.8.x che era una release già adottata nella 13.04 (Raring Ringtail).

Ubuntu

Ciò però non significa che un passaggio da Raring a Saucy non possa essere consigliabile, in effetti la 13.10 di Ubuntu presenta anche i risultati di un lavoro mirato all’ottimizzazione, al miglioramento del livello delle prestazioni e ad accentuare le caratteristiche di affidabilità e di stabilità delle distribuzione. Per cui un eventuale aggiornamento potrebbe risultare vantaggioso, molto più vantaggioso di quanto non sia stato a suo tempo il passaggio dalla 12.04 alla francamente poco performante 12.10.

Per effettuare un upgrade alla 13.10 da una versione precedente è possibile effettuare la classica procedura da ISO, quest’ultima dovrà essere scaricata dal sito ufficiale di Ubuntu, salvata in un Pen Drive da settare come primo device della sequenza di boot e lanciata in istallazione facendo attenzione a scegliere l’opzione “Aggiorna”; in alternativa si potrà utilizzare l’apposita opzione del Gestore degli aggiornamenti che dovrebbe segnalare la disponibilità dell’ultima versione.

Se il Gestore degli aggiornamenti non dovesse presentare alcuna notifica in tal senso, si potrà sopperire a tale mancanza tramite le seguenti istruzioni da lanciare attraverso il Terminale:

sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade

Fatto questo si potrà accedere al Gestore degli aggiornamenti tramite il comando:

update-manager -d

Diverrà così disponibile l’interfaccia dell’applicazione che presenterà la lista di tutte le installazioni necessarie per l’aggiornamento; non dimenticate di effettuare un backup dei vostri dati prima di eseguire una qualsiasi delle procedure indicate.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche