Corsi on-line

L’importanza di una buona Description

Da elementi quasi fondamentali per una buona attività SEO, agli albori del web, a tag considerati pressochè inutili in concomitanza con l’ascesa negli ultimi anni del motto “Content Is King“: questa la parabola discendente dei meta tag Keyword e Description. Eppure il meta tag Description ha ancora una sua valenza ed importanza agli occhi di Google, e vale la pena spendere un po’ di tempo nella sua redazione ed ottimizzazione.

Se a livello di Keyword Density non avremo grossi benefici (anzi, quasi nulli), è importante comunque redigere una descrizione accattivante della pagina in questione e pertinente con i contenuti realmente presentati; possiamo pertanto sfruttare la Description per migliorare gli snippet di presentazione che appaiono nelle SERP.

Quando un utente cerca qualcosa, Google fornisce una serie di risultati corredati da Title, Url ed uno snippet testuale descrittivo: se il meta tag Description non è valorizzato oppure è mal compilato, Google può scegliere di far apparire un estratto della pagina pertinente con la ricerca dell’utente (ce ne accorgiamo dalla presenza dei puntini di sospensione).

Ottimizzare la Description con un testo persuasivo e completo ci aiuterà non tanto nel posizionamento quanto nel renderci più “attraenti” rispetto alla concorrenza. Ecco una valida lista di esempi di buone meta description, da prendere come spunto: noterete che c’è uno stile comune a quasi tutti gli esempi, oltre ai consueti vincoli di lunghezza (max 160) caratteri e la necessità di chiudere l’ultimo periodo con un punto.

Completezza (sintetica) dell’informazione proposta, dichiarazione di un’eventuale offerta/benefit e conclusione con invito all’azione (“Leggi tutti i…”, “Impara come fare…”, “Scopri i nostri …”), non per forza in quest’ordine, permetteranno di ottenere un aiuto a livello di marketing più che di SEO ma con un comune obiettivo: il click dell’utente.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche