Corsi on-line

Altro stop all’article marketing

La discussa tecnica utilizzata in ottica di link building, l’article marketing, è stata oggetto di una rapida analisi da parte di Matt Cutts. Nel video pubblicato, il responsabile del servizio anti spam di Google, ha sconsigliato l’utilizzo di queste tecniche, dicendo di no alla pubblicazione di articoli nelle directory che raccolgono materiale (ad esempio comunicati stampa) a scopo di redistribuzione.

Questa tecnica, assai utilizzata nel mondo ma molto meno in Italia, sembra quindi aver definitivamente perso la sua efficacia di fronte a questo pubblico “anatema”.

Il punto di vista di Google è quello di preservare il TrustRank dei siti e prevenire ogni forma di manipolazione. Questo tipo di tecnica mira ad alterare il rapporto tra raccomandante (il sito che linka) ed il raccomandato (il sito che riceve il link): di fatto ci si crea da soli dei link in entrata da pagine di dubbio valore, popolate da contenuti che sono anche a rischio duplicazione.

Qualcosa di simile era già successa non molto tempo fa con la sconfessione dei Guest Post. L’obiettivo è sempre più quello di favorire la produzione di contenuti propri ed originali, evitando aggregazioni innaturali.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche