Corsi on-line

Quanta pubblicità puoi acquistare con un budget di 30 mila euro?

Lo scorso agosto il blog di Paolo Ratto ha pubblicato un’interessante infografica dedicata a quanta pubblicità sarebbe possibile comprare in Italia preventivando un investimento pari a 30 mila euro; l’idea è partita da un’analoga iniziativa di Edo Interactive  in cui il budget di partenza era però fissato sui 100 mila dollari. I dati esposti non possono che essere puramente indicativi, ma rappresentano un possibile punto di partenza per la programmazione di un’eventuale campagna promozionale.

30mila

Partendo dai social network, spendendo 30 mila euro sulla piattaforma Facebook Ads si potrebbero acquistare 200 mila click e 750 milioni di impressions da visualizzare attraverso il Sito in Blue, l’offerta del colosso per il microblogging Twitter sarebbe invece totalmente diversa, in questo caso le impressions acquistabili sarebbero 3 milioni ma si avrebbero a disposizione 6 giorni di presenza tramite Sponsored Trend.

Per quanto riguarda il network di Mountain View, basandosi su una competitività media calcolata tramite AdWords, 30 mila euro dovrebbero consentire di acquistare 50 mila click, la differenza con Facebook Ads risulta evidente ma la contestualizzazione dell’advertising alle ricerche giocherebbe in questo caso un ruolo fondamentale, diverso il discorso delle performances che dovrebbero essere valutate caso per caso. Per la stessa cifra il Google Display Network garantirebbe invece 100 milioni di impressions.

Anche YouTube è proprietà di Big G, ma in questo caso possiamo confrontare la piattaforma online con quelle televisive; il più importante sito Web per il video-streaming permetterebbe di accedere a 500 mila views per il budget programmato, mentre, per la stessa cifra, le emittenti nazionali offrirebbero 2 passaggi spot della durata di 30  secondi in prima serata.

Infine, in riferimento al mercato del cartaceo o simili, 30 mila euro si tradurrebbero in 80 spazi per un mese su cartellonistica 6×3, in 100 mila manifesti 70×100 (compresi i costi per l’affissione) e in due spazi su un quotidiano a tiratura nazionale più alcuni spazietti su produzioni dello stesso editore.

Via Paolo Ratto

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche