Corsi on-line

Velocizzare Fedora in virtualizzazione su VirtualBox

VirtualBox non è sicuramente il software per la virtualizzazione più performante in circolazione, ma è molto semplice da configurare e permette di simulare facilmente un ambiente adatto per l’installazione di svariati sistemi operativi; se per esempio utilizzate Windows e volete avere a portata di mano una copia funzionante di Fedora, quest’ultima si dimostrerà quasi sicuramente lenta nel girare all’interno dell’applicazione di Oracle, anche in presenza di una buona dotazione hardware.

Fedora

VirtualBox Guest Additions è il nome di una suite composta da dei moduli che fungeranno da driver per migliorare il funzionamento della nota distribuzione derivata da Red Hat Linux su Virtualbox; si tratta di una soluzione reperibile gratuitamente e utilizzabile liberamente che però necessita della presenza di alcune dipendenze per poter lavorare adeguatamente.

La prima operazione da compiere sarà quindi quella di lanciare la seguente istruzione tramite il Terminale del sistema operativo:

su
yum install gcc dkms make

Fatto questo a questo ci si potrà recare sul percorso “Menu > Dispositivi” da dove selezionare la voce “Installa Guest Additions”, quindi si dovrà ricorrere nuovamente alla linea di comando:

mkdir /media/VirtualBoxGuestAdditions
su
mount -r /dev/cdrom /media/VirtualBoxGuestAdditions
cd /media/VirtualBoxGuestAdditions

Solo ora saremo pronti per procedere con la fase di installazione della suite desiderata lanciando da Terminale l’apposito eseguibile:

./VBoxLinuxAdditions.run

Terminata anche quest’ultima operazione si potrà riavviare la distribuzione tramite il comando reboot e valutare se la nostra installazione virtualizzata di Fedora risulta più performante e usabile dopo il setup delle VirtualBox Guest Additions.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche