Corsi on-line

Eseguire programmi MS-Dos in Linux con DOSBox

Ricordate Ms-Dos (Microsoft – Disk operating system)? Parliamo del sistema operativo proprietario prodotto dalla Casa di Redmond all’inizio degli anni ’80 che ha avuto grande diffusione fino ai primi anni ’90 per poi terminare il suo ciclo di vita commerciale nel 2000. Ancora oggi tale piattaforma è largamente utilizzata dagli sviluppatori che, tramite Prompt, interagiscono con ambienti basati su Ruby, Ruby on Rails, Java o Node.JS e con DBMS come MySQL. Ma è possibile far girare applicazioni per Ms-Dos anche su Linux?

5

La risposta è sì, ma a questo scopo sarà necessario dotarsi di un apposito emulatore denominato DOSBox, esso infatti creerà una sorta di sandbox interna ad un sistema basato sul Pinguino attraverso la quale l’utilizzatore potrà avviare software e videogames pensati per Ms-Dos; sostanzialmente DOSBox può essere considerato una soluzione per la virtualizzazione in quanto ha il compito di emulare l’hardware dei terminali Pc x86.

Se operiamo su Debian Linux o su una sua variante come per esempio Ubuntu, l’installazione risulterà particolarmente rapida perché DOSBox è già presente sui repository ufficiali di queste distribuzione; per cui sarà sufficiente digitare la seguente istruzione da Terminale:

sudo apt-get install dosbox

Fatto questo si potrà lanciare l’applicazione da linea di comando tramite:

dosbox

Non rimarrà quindi altra operazione da compiere se non quella di montare la /home relativa all’utente corrente:

mount C /home/nome_utente/

Basato su  SDL (Simple DirectMedia Layer), una libreria multimediale e multi-piattaforma scritta in C concepita per fornire un accesso a basso livello alle funzionalità audio/video di una piattaforma e alle periferiche ad essa collegate, DOSBox è una soluzione portabile su Windows, BeOS, Linux e (Mac) OS X.

Via DOSBox

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche