Corsi on-line

Simboli Unicode nelle classi CSS

Esistono numerosi sistemi per associare nomi alle classi CSS, in alcuni casi gli sviluppatori preferiscono utilizzare la notazione “CamelCase”, cioè scrivere termini ottenuti dall’unione di diverse parole lasciando le iniziali maiuscole (ad esempio: “.DivBox”), in altri essi fanno ricorso a separatori come i trattini (“.div-box”) o gli underscore (“.div_box”); per ottenere lo stesso risultato è però possibile adottare anche i simboli Unicode.

Unicode

Un simbolo Unicode è sostanzialmente un carattere non alfanumerico a cui corrisponde un codice esadecimale; giusto per fare un esempio, la chiocciola (“@”) è un simbolo unicode che ha “40” come codice esadecimale, “64” come valore decimale e @come entità HTML ottenuta anteponendo “&#” al valore decimale e facendo seguire ad esso il punto e virgola (“;”). Nello stesso modo, un carattere come il seguente: “☯” avrà come corrispondente entità HTML e così via.

Perché i simboli Unicode utilizzati per i nomi delle classi siano interpretabili è necessario che la pagina HTML in cui esse vengono richiamate supporti una codifica dei caratteri Unicode come per esempio UTF-8; ciò sarà possibile attraverso l’introduzione dell’apposito meta-tag in intestazione:

<meta charset="UTF-8" />

Fatto questo sarà possibile sceglie un simbolo Unicode da adottare per definire i nomi delle classi desiderate;  a questo proposito si analizzi l’esempio seguente:

.★{
	border: 2px dotted #fff;
	background: red;
}

Esso sarà richiamabile nel markup HTML grazie ad un semplice riferimento al nome di classe:

<div class="★">Blah!</div>

Nello stesso modo avremmo potuto introdurre una classe come quella proposta di seguito:

.♞{
	border: 2px dotted #fff;
	background: red;
}

O quest’ultima:

.♫{
	border: 2px dotted #fff;
	background: red;
}

Chiaramente, l’utilizzo di simboli Unicode per i nomi delle classi pone alcuni problemi riguardanti la leggibilità, per cui non è consigliabile farse un ampio utilizzo.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche