Corsi on-line

Utilizzare i DNS di Google in Ubuntu con dhclient

I DNS (Domain Name System) rappresentano il sistema utilizzato per la traduzione dei comuni nomi di dominio in indirizzi IP; per fare un esempio, se volessimo visitare il sito Web ufficiale della Casa di Redmond potremmo digitare nella barra degli URL del browser http://www.microsoft.com oppure http://134.170.184.133, ottenendo in entrambi i casi di aprire la medesima Home Page.

Ubuntu

Per quanto agiscano anche senza un impiego diretto da parte degli utenti, che di norma preferiscono interrogare i Web server attraverso gli indirizzi testuali basati sui nomi di dominio, i DNS sono fondamentali per la qualità della navigazione; motivo per il quale la loro modifica potrebbe sortire effetti differenti, da una risoluzione più veloce dei nomi in IP alla possibilità di accedere a risorse interdette da parte di un provider.

Tra i DNS utilizzati più di frequente vi sono quelli messi a disposizione da Google (cioè “8.8.8.8” e “8.8.4.4”) che sono accessibili liberamente in quanto pubblici; nel caso in cui il nostro sistema operativo di riferimento sia Linux Ubuntu, avremo la possibilità di impostarne i valori tramite il dhclient di DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol Client).

A tal scopo si potrà lanciare da Terminale la seguente istruzione per l’apertura del file di configurazione di DHCP:

sudo nano /etc/dhcp/dhclient.conf

Il passaggio successivo richiederà di decommentare la direttiva prepend domain-name-servers che, come valore predefinito, ha “127.0.0.1”; quest’ultimo dovrà essere sostituito con i DNS di Google, per cui si dovrà modificare:

#prepend domain-name-servers 127.0.0.1;

con

prepend domain-name-servers 8.8.8.8, 8.8.4.4;

Fatto questo, dopo il successivo riavvio del sistema dovrebbe essere possibile utilizzare di default i DNS forniti da Mountain View.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche