Corsi on-line

Google Web Starter Kit per lo sviluppo multi-dispositivo

Web Starter Kit è una Boilerplate & Tooling suite per lo sviluppo Multi-Device, si tratta di una soluzione per il momento ancora in fase Beta pensata dai tecnici di Mountain View per offrire un punto di partenza utilizzabile liberamente per la realizzazione di progetti Internet ispirati ai dettami del Responsive Design; come strumento di base viene offerto un boilerplate modificabile ottimizzato per diverse tipologie di dispositivi.

WSK

Tra le altre features in dotazione troviamo un sistema visuale per il design grazie al quale sarà possibile documentare le diverse componenti di un sito Internet e l’evoluzione di ciascuna di esse, strumenti appositamente dedicati alla sincronizzazione (grazie a BrowserSync) con possibilità di reload su vari dispositivi in seguito alle operazioni di editing (Live Browser Reloading) e funzionalità per l’ottimizzazione e il miglioramento delle prestazioni tramite minificazione e concatenazione di JavaScript, CSS, HTML e immagini.

Google Web Starter Kit offre anche un server HTTP integrato per effettuare anteprime dei siti Web senza la necessità di dover utilizzare tool di terze parti, un sistema per la misurazione delle performances sia in ambiente Desktop che nell’ecosistema mobile, il supporto per SASS (Syntactically Awesome Style Sheets) e la sua compilazione in CSS con possibilità di utilizzare variabili e mixins e, non ultima, un’architettura pensata per consentire una veloce eliminazione di tutto ciò che potrebbe risultare superfluo per il proprio progetto.

Per utilizzare il Web Starter Kit si potrà effettuare una veloce clonazione tramite Git dell’apposito repository ospitato in GitHub:

git clone https://github.com/google/web-starter-kit.git
$ cd web-starter-kit/app

Per quanto riguarda invece i requisiti di sistema, sarà necessario disporre di NodeJS, Ruby, Sass gem e del streaming build system Gulp.

Via Google Web Starter Kit

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche