Corsi on-line

I linguaggi per la programmazione più popolari del 2014

IEEE Spectrum ha recentemente condotto un sondaggio riguardante i linguaggi di programmazione e sviluppo attualmente più popolari; è chiaro che anche in questo caso i risultati ottenuti dipendono fortemente dalla metodologia utilizzata, per cui essi possono rappresentare (o meglio suggerire) una possibile tendenza senza per questo dover riprodurre esattamente l’andamento reale del mercato.

IEEPer quanto riguarda appunto la metodologia adottata, i criteri presi in considerazione dagli analisti sarebbero stati molteplici, tra di essi la presenza nei risultati di Google, i dati messi a disposizione tramite i Trends di Mountain View, i tweets dedicati ai vari linguaggi, il numero di repository su GitHub, gli interventi postati su StackOverflow, i post citati su Reddit, le notizie riportate da Hacker News e le domande di lavoro formulate su alcuni siti di settore.

I risultati così ottenuti sono stati poi suddivisi in quattro diverse categorie: “Web”, “mobile”, “enterprise” ed “embedded”; ma in una classifica complessiva comprendente i primi 20 linguaggi più popolari, secondo IEEE Spectrum troveremmo al primo posto Java seguito da C e C++; Python si posizionerebbe subito fuori dal podio superando C# che avrebbe alle spalle PHP un gradino più in altro di JavaScript. Ottava posizione per Ruby, mentre Perl sarebbe soltanto undicesimo seguito da SQL.

Se si riconsiderasse la stessa classifica tenendo conto del solo ecosistema mobile, le prime cinque posizioni dovrebbero essere occupate da Java, C, C++, C# e JavaScript con Objective-C soltanto sesto, mentre tenendo conto dei linguaggi per lo sviluppo orientato al Web si avrebbe Java, Python, C#, PHP e JavaScript come prima cinquina e Ruby al sesto posto seguito da Perl.

Si potrebbe discutere ampiamente sulla validità di tali risultati, soprattutto tenendo conto del fatto che uno strumento come HTML (anch’esso presente in classifica) è più propriamente un linguaggio di markup, così come si potrebbero esprimere dei dubbi riguardo alla possibilità che C# venga effettivamente più utilizzato di JavaScript o Objective-C per le applicazioni mobili.

Come tutti i sondaggi anche quello di IEEE Spectrum andrebbe quindi preso per quello che è, cioè il tentativo di “fotografare” un fenomeno senza necessariamente l’ambizione di riuscirci.

Via IEEE Spectrum

Post correlati
  • Magari giustificano HTML come linguaggio di programmazione solo per la versione 5 che introduce dinamicità :3

I più letti del mese
Tematiche