Corsi on-line

Google: le nuove linee guida per il Responsive Design

Il centro assistenza per gli sviluppatori di Mountain View ha recentemente pubblicato le nuove linee guida per i diversi dispositivi mobili; si tratta di una raccolta di suggerimenti e strumenti di analisi per scoprire se il proprio sito Internet o la propria Web application sono stati ottimizzati per device come smartphone e tablet, indicazioni rilevanti se si considera che ad oggi l’utilizzo dei dispositivi mobili arriverebbe a generare da solo circa il 25% del traffico dati a livello mondiale (+14% rispetto al 2013).

ResponsiveDesignGoogle

Le linee guida di Google sono suddivise in due categorie principali: Multi-Screen Starter Guide e Multi-Screen Implementation Guide. La prima è dedicata a coloro (in particolare i publishers) che desiderano acquisire “da zero” le competenze relative alla strategia Multi-Screen; la seconda si presenta invece come una risorsa per coloro che già adottano le tecniche per l’implementazione Multi-Screen e desiderano acquisire un maggior livello di specializzazione.

I neofiti avranno quindi la possibilità di scoprire quali possano essere i vantaggi derivanti da un approccio multi-dispositivo e quali siano le procedure più comuni per il rendering Multi-Screen, saranno poi indicati i canali attraverso i quali ricevere supporto tecnico dai vendor; gli utenti avanzati riceveranno invece indicazioni riguardanti le tecniche per la monetizzazione, il miglioramento della user experience e la massimizzazione del traffico.

Attraverso le nuove linee guida saranno poi reperibili suggerimenti per l’ottimizzazione nei motori di ricerca per dispositivi mobili; l’obiettivo del progetto è naturalmente quello di ottenere il massimo ritorno economico possibile dalle unità pubblicitarie reattive che si adattano automaticamente a schermi di qualsiasi dimensione tramite un’impostazione basata sul Responsive Web Design.

Gli sviluppatori avranno in ogni momento la possibilità di valutare l’efficacia del proprio lavoro tramite la piattaforma Google PageSpeed Insights che consentirà di analizzare i contenuti delle pagine Web e ottenere informazioni per migliorare i rendimenti, incrementare la velocità di caricamento di un sito Web, configurare l’area per la visualizzazione e dimensionare in modo appropriato i pulsanti e le icone sia per i dispositivi mobili che per il desktop.

Via Google – Linee guida per l’ottimizzazione per più dispositivi

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche