Corsi on-line

ArnoldC, programmare con le citazioni di Schwarzenegger

ArnoldC è un linguaggio di programmazione di tipo imperativo, cioè organizzato in istruzioni, direttive e comandi, dotato di una sintassi dove le keyword di base vengono sostituite da citazioni tratte dai film di Arnold Schwarzenegger; a livello pratico ArnoldC utilizza un parser per Java e Scala, Parboiled, e il framework ASM per la generazione di bytecode Java. In linea di principio potrebbe essere ritenuto un “dialetto” di Java, ma lo è più nella struttura che nei costrutti.

trArnoldC prevede che qualsiasi programma scritto con esso utilizzi un metodo main, questo dovrà essere seguito dalle istruzioni previste per poi giungere ad un comando per la terminazione; il seguente esempio riproduce fedelmente tale dinamica:

IT'S SHOWTIME
[istruzioni]
YOU HAVE BEEN TERMINATED>

Nello stesso modo sarà possibile dichiarare (quindi definire) e inizializzare una variabile attribuendo ad essa un valore:

HEY CHRISTMAS TREE nomevariabile
YOU SET US UP valore

Il processo di stampa delle variabili, così come quello di una qualsiasi stringa, si basa sull’istruzione TALK TO THE HAND, mentre HERE IS MY INVITATION consentirà l’assegnazione di una variabile; nel caso sia necessario effettuare semplici operazioni aritmetiche si potranno utilizzare gli operatori GET UP (addizione), GET DOWN (sottrazione), YOU'RE FIRED (moltiplicazione) e HE HAD TO SPLIT (divisione).

Non mancano naturalmente gli operatori logici, YOU ARE NOT YOU YOU ARE ME corrisponde per esempio all’operatore di identità, i costrutti condizionali, invece di “if/else” sarà possibile utilizzare BECAUSE I'M GOING TO SAY PLEASE/BULLSHIT, nonché i cicli di iterazione con STICK AROUND [..] CHILL in sostituzione del “while” comune a tanti linguaggi.

I metodi vanno definiti al di fuori del main tramite l’istruzione LISTEN TO ME VERY CAREFULLY, mentre i relativi argomenti dovranno essere introdotti attraverso la direttiva I NEED YOUR CLOTHES YOUR BOOTS AND YOUR MOTORCYCLE. I costrutti per la definizione di un metodo void o non-void prevedono il delimitare di chiusura HASTA LA VISTA, BABY.

I programmatori avevano bisogno di un’alternativa come ArnoldC per realizzare le proprie applicazioni? Probabilmente no, ma dato che fino ad oggi i linguaggi di programmazione già creati dovrebbero essere migliaia (si calcola oltre 6 mila) non manca sicuramente lo spazio per un’ulteriore proposta.

Via ArnoldC

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche