Corsi on-line

Developers: quanto guadagnereste se lavoraste negli USA

Stanchi delle macchinosità del fisco e della burocrazia in Italia? Non ne potete più di studi di settore e sigle fantasiose dietro alle quali si nascondono nuove tasse? Lavorate oltre metà dell’anno soltanto per pagare queste ultime? Bene, se siete degli sviluppatori e per voi l’Inglese non è un problema, potreste valutare un trasferimento negli Stati Uniti, terra dove ancora oggi l’innovazione non è soltanto una parola vuota in bocca ai politicanti e i soldi si fanno “con le startup” e non “sulle startup” come accade nella Penisola.

1420750928-infoSecondo quanto rivelato di recente dagli analisti della data analytics company AppDynamics, attualmente nel Mondo opererebbero non meno di 18.2 milioni di developers, ma entro il il 2019 il loro numero dovrebbe arrivare ad oltre 26 milioni di unità con una crescita pari a circa 45 punti percentuali; quindi, nessun rischio di disoccupazione all’orizzonte, si tratterebbe soltanto di scegliere, compatibilmente con i propri mezzi e con la propria situazione personale, dove trasferirsi e quali competenze proporre.

A tal proposito le città più indicate degli Stati Uniti dovrebbero essere San Jose, San Francisco (entrambe californiane) e Boston (Massachusetts); se tali nomi non stupiscono, è forse più sorprendente scoprire che tra le 10 mete più redditizie per gli sviluppatori vi sarebbero anche due città texane (Austin e San Antonio), nonché Madison (Wisconsin), Atlanta (Georgia), Raleigh (Carolina del Nord), Phoenix (Arizona) e Nashville (Tennessee). Un ulteriore sorpresa potrebbe derivare dal fatto che in questo elenco manca una realtà come New York dove l’ecosistema high tech è comunque più sviluppato e incentivato che in qualsiasi città italiana.

Esaurito il discorso riguardante il “dove” passiamo ora a quello relativo al “cosa”, rispondendo nello specifico alla domanda: “quali sono i linguaggi di programmazione o sviluppo più richiesti negli USA?” A tal proposito potremmo ordinare tali strumenti sulla base del salario medio previsto, per cui uno sviluppatore Ruby, C, Python o Java potrebbe guadagnare più di 100 mila dollari all’anno (con un picco di 109 mila per quanto riguarda Ruby); con C++ e JavaScript potreste arrivare a prendere oltre 90 mila dollari all’anno, mentre con C# e PHP dovreste riuscire a superare la più che dignitosa soglia degli 85 mila dollari l’anno.

Da non sottovalutare anche le possibili opportunità derivanti dal conoscere tool come .NET (largamente utilizzato in aziende come Comecast) o Node.JS (adottato, tra le altre, dalle piattaforme di WallMart e Yahoo!).

Via Entrepreneur

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche