Corsi on-line

Microsoft dice addio ad Internet Explorer

La Casa di Redmond avrebbe confermato in via ufficiale che il brand Internet Explorer, cioè quello associato sin dall’inizio al suo storico browser per la navigazione Web, verrà dismesso; la notizia sarebbe stata data pubblicamente da Chris Capossela, responsabile marketing per il gruppo californiano, nel corso della manifestazione “Convergence 2015” svoltasi di recente ad Atlanta.
Internet Explorer 10

Si tratta a ben vedere di una conferma delle voci circolate fino ad oggi relativamente al cosiddetto Project Spartan, un’iniziativa in seno alla quale gli sviluppatori di Microsoft starebbero lavorando ad una nuova Internet Application il cui vero nome non sarebbe stato ancora stabilito; l’avvicendamento tra i due software potrebbe avvenire in corrispondenza con il rilascio del sistema operativo Windows 10, attualmente in fase di anteprima tecnica.

Sempre secondo quanto rivelato dal dirigente di Big M, l’abbandono di Internet Explorer non dovrebbe essere comunque repentino, tale programma infatti potrebbe continuare a “vivere” come componente integrato in alcune release di Windows 10, questo non con l’intenzione di proseguirne ulteriormente lo sviluppo, ma per consentirne l’utilizzo in caso di problematiche legate alla retrocompatibilità cross-version.

Nonostante Internet Explorer abbia rappresentato per molto tempo un vero e proprio standard per gli internauti, soprattutto grazie alla diffusione di fatto monopolistica della sua piattaforma di riferimento, gli utenti non sembrerebbero aver sviluppato un grande livello di fidelizzazione nei suoi confronti, preferendo spesso rivolgersi ad alternative valide (Firefox prima e Google Chorme poi) non appena queste ultime venivano proposte dalla concorrenza.

Sulla base di tale dato, risulta ovvio che la compagnia capitanata da Satya Nadella dovrà compiere un’importante opera di branding da svolgersi contestualmente a quella necessaria per l’implementazione tecnica del nuovo browser; è comunque molto probabile che nel nome di tale applicazione sarà presente anche quello della casa madre.

Via TheVerge

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche