Corsi on-line

Microsoft Visual Studio Code: IDE Open Source e multipiattaforma

La Casa di Redmond ha deciso di proseguire nella sua strategia improntata al raggiungimento della maggiore interoperabilità possibile tra le proprie applicazioni e quelle di terze parti; a confermarlo vi sarebbe anche il recente rilascio di Visual Studio Code, un’IDE (Integrated Development Environment) che presenta alcune peculiarità rispetto ai tradizionali ambienti di sviluppo integrato e si caratterizzata in particolare per il fatto di essere multipiattaforma; l’installazione è infatti possibile sia in Windows che sulle distribuzioni Linux così come in (Mac) OSX.

MacWinLinux2

Rilasciato sotto licenza Open Source, Visual Studio Code non deve essere interpretato come una riedizione del già noto Visual Studio, che arrivando di recente alla versione 2015 è comunque rimasto una soluzione commerciale, ma come un nuovo Environment per la creazione di applicazioni orientate al Web e al Cloud che mette a disposizione alcune funzionalità essenziali per i coders come per esempio l’editing dei sorgenti, l’autocompletamento dei costrutti, l’evidenziazione delle componenti sintattiche e l’indentazione.

Da segnalare anche gli strumenti per il debugging, l’integrazione con il DVCS (Distributed Version Control System) collaborativo Git (anch’esso un progetto Open Source), il supporto per IntelliSense (feature per il completamento automatico e l’accesso alla documentazione già disponibile su Visual Studio), nonché la compatibilità con numerosi linguaggi per lo sviluppo, lo scripting e la programmazione tra cui anche C#, C++, PHP, Java, HTML, CSS, il text-to-HTML conversion tool Markdown, SASS, il formato d’interscambio JSON e Python.

Visual Studio Code offre il supporto built-in per lo sviluppo in ASP.NET 5 con C# e per Node.js con TypeScript e JavaScript. Per la realizzazione di questa IDE è stato coinvolto anche un altro noto software Open Source come Chromium, cioè il progetto completamente “libero” che sta alla base dell’implementazione di Google Chrome; di Chromium il programma di Microsoft sfrutta infatti il motore di rendering.

Nel momento in cui viene scritto questo articolo Visual Studio Code è ancora in fase di anteprima per la valutazione (per tutte le piattaforme compatibili), sarà possibile scaricarne il package di installazione dal sito ufficiale dove è già presente una ricca documentazione.

Via Microsoft

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche