Corsi on-line

Microsoft Edge supera Chrome in velocità

Il 29 luglio, data di rilascio prevista dalla Casa di Redmond per la versione definitiva di Windows 10, si avvicina e con il nuovo sistema operativo diverrà disponibile pubblicamente anche Microsoft Edge, browser per la navigazione Web erede di Internet Explorer; ad oggi gli sviluppatori hanno già distribuito la build 10240 della nuova piattaforma, aggiornamento considerato di fatto una RTM (Release to Manufacturing) da fornire ai partner commerciali per l’installazione OEM sugli assemblati.

microsoft-edge

Secondo quanto dichiarato di recente da Gabe Aul, vera e propria interfaccia di Big M con l’utenza per quanto riguarda gli upgrade per i test del canale Windows Insider, Edge si sarebbe già dimostrato più performante di Google Chrome, applicazione che ha privato sia IE che Firefox di numerosi estimatori proprio grazie al livello di prestazioni garantito; chiaramente si tratta di un  riferimento a benchmark eseguiti dallo stesso produttore californiano, quindi dovranno essere presi in considerazione con il beneficio del dubbio.

Andrebbe comunque sottolineato che tali benchmark sarebbero stati eseguiti con strumenti realizzati da vendor differenti da Redmond, nello specifico i tester avrebbero impiegato WebKit Sunspider, Octane di Google e  JetStream della Apple, tutte soluzioni che forniscono dati di performance riguardanti il solo JavaScript escludendo DOM ed eventuali altre API del browser; Sunspider avrebbe permesso di misurare il risultato migliore, con velocità di caricamento superiori del 112% rispetto a Chrome, seguirebbero JetStream con il 37% e Octane con l’11%.

Se anche soltanto l’ultimo benchmark proposto certificasse un dato certo, o comunque vicino alla realtà, ci troveremmo in ogni caso davanti ad un prodotto ben al di là degli standard attuali, questo perché ad oggi è veramente molto complicato garantire tempi di latenza inferiori a quelli offerti dall’applicazione di Mountain View; chiaramente, tali risultati potrebbero variare sensibilmente a seconda della configurazione hardware disponibile, della quantità di risorse accessibili e dei processi in corso nel terminale corrente.

Il fatto che Edge sia un browser veloce, e per il momento non vi sarebbe alcuna ragione valida che smentisca le parole di Aul, non significa però che sia anche un browser completo. Esso presenterebbe ancora delle lacune per quanto riguarda il supporto agli Web standard più recenti e, in particolare, ad HTML5; mancanze per le quali saranno necessarie ulteriori opere d’implementazione che, ci si augura, non andranno ad influire negativamente proprio sulle prestazioni.

Via Gabe Aul

 

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche