Corsi on-line

Da HTML 4.1 ad HTML5, gli errori da evitare

In realtà il titolo di questo post sarebbe dovuto essere più semplicemente “Da HTML ad HTML5..” perché alcuni degli errori indicati di seguito sarebbero stati tali anche precedentemente al rilascio della più recente versione del linguaggio standard per il markup delle pagine Internet e le Web applications; ma al di là delle versioni di riferimento, alcune cattive pratiche continuerebbero a presentarsi frequentemente, segno di una non universalmente diffusa conoscenza del mezzo e delle sue finalità.

Logo HTML5

Prima di ricordare una volta per tutte quello che è il vero scopo di HTML5, ma il medesimo discorso sarebbe stato valido in buona parte anche per il suo predecessore, è bene fare riferimento ad alcune considerazioni che potrebbero apparire banali agli sviluppatori più competenti. Ancora oggi infatti si notano troppo spesso pagine Web dove gli elementi per la tabulazione (table, tr, th, td..) vengono impiegati per la definizione dei  layout.

Sia ben chiaro, i tag per la tabulazione non sono da considerarsi deprecati, ne abbiamo già parlato tempo fa, ciò non è avvenuto nemmeno in HTML5 dal quale però, per sottolineare la vera funzione svolta da queste componenti, sono stati rimossi definitivamente tutti gli attributi di layout (align, bgcolor, valign, width, border..); se si desidera creare una tabella sarà quindi possibile utilizzarli ancora oggi seguendo un approccio corretto, ma si dovrà limitare la loro adozione a tale scopo.

Stesso discorso per l’utilizzo di tag come div o span, sostanzialmente le specifiche relative a questi ultimi non presentano particolari differenze nel passaggio tra HTML 4.1 e HTML5, ciò però non significa che possano essere impiegati in sostituzione di elementi semantici, si pensi per esempio ad header, section o footer, nella stesura del markup di pagina; vi sono poi tag quali per esempio font o center che non sono più supportati in HTML5, motivo per il quale il loro utilizzo andrebbe semplicemente evitato.

Ritornando al discorso riguardante le finalità di HTML5, e in generale dell’evoluzione strettamente semantica di HTML nelle sue forme più recenti, è bene tenere presente che tale linguaggio non dovrà essere utilizzato per determinare la visualizzazione di un contenuto, e cioè per la sua formattazione e presentazione, ma per la sua descrizione; non affidiamo quindi ad HTML tutti quei compiti che dovrebbero essere svolti invece da CSS.

Per approfondire

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche