Corsi on-line

Ottimizzazione delle immagini con RIOT

L’ottimizzazione delle immagini rappresenta una procedura necessaria per ridurre i tempi di caricamento delle pagine Web; attualmente, la diffusione di connessioni sempre più veloci sembrerebbe favorire un’opinione errata secondo la quale tale operazione potrebbe essere tralasciata, essa invece è divenuta forse più importante che in passato, soprattutto tenendo conto del fatto che la navigazione tramite dispositivi mobili non è sempre sorretta da una banda sufficiente ad escludere il verificarsi di fastidiose latenze.

featured-imageRIOT (acronimo di Radical Image Optimization Tool) è un ottimizzatore di immagini utilizzabile gratuitamente e adottabile come standalone sui sistemi operativi Windows che viene rilasciato anche in versione portable; l’utilizzatore avrà la possibilità di sfruttare un’apposita interfaccia visuale attraverso la quale definire i parametri di compressione dei file con lo scopo di ridurne il “peso”, il tutto senza implicazioni sul livello di qualità in fase di rendering.

Per chi lo desidera, il software viene fornito anche sotto forma di estensione per applicazioni come The GIMP, IrfanView e XnView; particolarmente pratica la modalità dual view (o side by side) che consentirà di accedere a due finestre affiancate in un’unica schermata per effettuare i necessari confronti: nella prima finestra rimarrà visibile l’immagine originale, mentre nella seconda si potrà visualizzare in tempo reale l’istantanea dell’output ottimizzato.

RIOT supporta la manipolazione di file JPEG, GIF e PNG, cioè tutti i formati standard più utilizzati per la grafica orientata al Web, integra un sistema per l’automatizzazione della compressione adatto ai neofiti che non conoscono con precisione il significato dei parametri da impostare, permette di ottenere rapidamente dei risultati ottimali grazie al caricamento di tutti i processi in memoria, supporta il batch processing per l’elaborazione di più immagini alla volta e supporta gli effetti di rotazione e zoom.

Il maggior difetto di questo software è probabilmente quello di non essere aggiornato da tempo; l’ultima versione, comunque perfettamente funzionante, è stata rilasciata infatti nel 2013; in ogni caso RIOT fornisce anche strumenti basilari per la regolazione della luminosità (brightness, contrasto, gamma, inversione..) e consente la cancellazione opzionale dei metadata associati ai file ottimizzati (commenti, IPTC, XMP, profili EXIF e profili ICC).

Via RIOT

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche