Corsi on-line

Google Chrome bloccherà i video in autoplay

La notizia non è recentissima, ma vale comunque la pena segnalarla perché la versione di Google Chrome alla quale si riferisce è la 46; quest’ultima infatti non è stata ancora rilasciata come stabile, attualmente la release più recente del browser Web di Mountain View è infatti la “45.0.2454.93 m”, ma quando la nuova funzionalità in oggetto è stata annunciata Chrome 46 era appena entrato nel ramo di sviluppo.

defer-media-playback

A comunicare che nei piani dei developers di Big G vi era l’intenzione di inserire una feature per il blocco dei filmati in autoplay è stato il Chromium Evangelist transalpino François Beaufort, nello specifico l’applicazione si occuperà di impedire definitivamente l’esecuzione automatica dei video per le tab non attive; ciò significa che quando una pagina Web non visibile nella scheda corrente cercherà di avviare la riproduzione di tali contenuti sarà bloccata dal browser.

Nell’articolo pubblicato in proposito Beaufort riassume efficacemente quelli che dovrebbero essere i vantaggi più immediati di tale novità:

Google Chrome will now defer playback of autoplay media until the tab is foregrounded [..] This means no more “Where’s that sound coming from?

E’ comunque da specificare che le risorse interessate dal blocco verranno caricate ugualmente dall’applicazione se non dovessero sussistere impedimenti dovuti ad altri tool (come per esempio delle estensioni di terze parti), ad essere disattivato sarà invece il playback che dovrebbe funzionare regolarmente una volta visitata la scheda che contiene in video; sia poi chiaro che questa feature non coinvolge in alcun modo i filmati presenti nella pagina associata alla scheda corrente.

Nello stesso modo, dato che si tratta di una funzionalità che non riguarda la risorse in primo piano, essa non potrà essere considerata un’alternativa completa agli add-on che si occupano di bloccare la riproduzione automatica dei video; andrebbe però segnalato che anche la sola limitazione degli autoplay nelle schede in background dovrebbe garantire dei notevoli vantaggi in termini di risparmio energetico e autonomia del dispositivo utilizzato.

Ciò per tacere dei miglioramenti a favore della qualità della user experience che una funzionalità del genere dovrebbe essere in grado di garantire.

François Beaufort

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche