Corsi on-line

Responsive Design: 5 strumenti online per i test

L’adozione di un approccio incentrato sul Responsive Design non riguarda soltanto l’esperienza di navigazione degli utenti, che comunque rimane un criterio fondamentale in sede di prototipazione; non parliamo quindi di un mero adattamento dei layout per una visualizzazione multi-dispositvo, diversamente potrebbe rivelarsi più immediata una metodologia basata sulla produzione di “versioni mobili”, da considerarsi invece (e in linea generale) obsoleta per i progetti da sviluppare ex novo.

home-img1Ad oggi infatti, il traffico generato da device come tablet e smartphone è ormai divenuto troppo rilevante per poter considerare primario il rendering su browser Desktop e le release per gli alti device come delle semplici varianti da implementare separatamente, o peggio, opzionalmente; se gestite una campagna pubblicitaria su AdWords e non avete posto alcun limite ai dispositivi supportati, vi basterà una veloce analisi delle statistiche per rendervi conto del peso del traffico da mobile sulle conversioni.

Il Responsive Design ha quindi un ruolo fondamentale nella capacità di un sito Web o di una Web application di generare ritorni d’investimento e profitti, ecco perché prima di passare alla fase di produzione di un progetto potrebbe essere utile verificarne il livello di responsività attraverso degli appositi strumenti online; quella che seguirà sarà una breve selezione dei tools che potranno essere utilizzati in fase di test:

  1. MobileTest.me: consente di selezionare diversi modelli di dispositivi di produttori differenti (Apple iPhone, Google Nexus, HTC, Samsung, Microsoft Lumia..), una volta selezionato il device di proprio interesse si potrà visualizzare un’anteprima del sito Web passato come parametro al form dell’applicazione.
  2. Responsive Design Checker: permette di scegliere l’area di visualizzazione sia sulla base di una diagonale espressa in pixel che specificando l’orientamento del dispositivo nel caso di device mobili. Supportati i test suoi monitor dei laptop e desktop più diffusi a livello commerciale così come per gli smartphone e i tablet più venduti.
  3. Am I Responsive?: non si tratta di uno strumento particolarmente completo né particolarmente indicativo per quanto riguarda i test sul rendering, ma permette l’iscrizione ad una newsletter settimanale (“Responsive Design Weekly“) per gli aggiornamenti incentrati sulle tecniche del Responsive Design;
  4. Responsive Web Design Test Tool: mette a disposizione la possibilità di selezionare numerosi modelli di smartphone, phablet, tablet, MacBook, laptop e altre tipologie di terminali; in alternativa sarà possibile specificare altezza e larghezza dell’area di visualizzazione espresse in pixel per personalizzare maggiormente i propri test.
  5. isResponsive: consente di specificare l’ampiezza del display sul quale effettuare i test selezionando il modello desiderato, nello specifico utilizza come riferimento i soli device della Casa di Cupertino.

Come sempre accade per questo tipo di proposte, le soluzioni elencate non sono le uniche disponibili in Rete, motivo per il quale presto potrebbe essere pubblicato un ulteriore post dedicato alla descrizione di strumenti utili per testare la responsività dei propri progetti.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche