Corsi on-line

Windows 10 per Raspberry Pi

Il rilascio di Windows 10 build 10556 IoT Core segue le build 10565 di Windows 10 per PC e 10549 di Windows 10 Mobile, tutti aggiornamenti messi a disposizione dalla Casa di Redmond nel corso dell’ultima settimana per gli appartenenti al programma Insider destinato ai test che precedono la pubblicazione delle stabili; questa volta parliamo però di una release particolare, non soltanto perché orientata all’Internet delle Cose, ma anche perché compatibile con Raspberry Pi 2.

Pi2ModB1GB_-compPensata anche per la gestione di un’altra development board per professionisti e makers come MinnowBoard Max (attualmente ancora in fase di prototipazione), la piattaforma Windows 10 IoT Core si presenta come una soluzione adatta alle configurazioni prive di desktop environment e, da questo punto di vista, il single-board computer britannico, che ha invece superato da tempo la fase di pre-produzione potrebbe rappresentare il dispositivo ideale per un’adozione dell’OS Microsoft che vada oltre il comune impiego domestico o lavorativo.

Trattandosi di un build che, tra l’altro, presenta una lunga serie di bug irrisolti, andrebbe sottolineato che il suo utilizzo in ambito di produzione potrebbe dal luogo a comportamenti inattesi, motivo per il quale al di fuori delle procedure di sviluppo sarebbe meglio rivolgersi a soluzioni più collaudate, come per esempio Raspbian; detto questo il lavoro finalizzato all’implementazione delle nuove features sarebbe stato comunque particolarmente intenso.

Parlando nello specifico di Raspberry Pi è bene precisare che i driver video per quest’ultima sono ancora in piena sperimentazione, ragion per cui non si potranno pretendere ottimizzazioni relativamente al livello di prestazioni in fase di rendering. Nello stesso modo, sarà disponibile un supporto limitato per le periferiche video, ivi compresa la PiCam; le motivazioni alla base di tale lacuna sono facilmente intuibili vista la mancata implementazione di un driver DirectX appositamente dedicato.

Tenendo conto dei limiti precedentemente elencati, e  considerando che per uno sviluppo basato su Windows 10 IoT Core si dovrà necessariamente disporre di un PC gestito da Windows 10 con IDE Visual Studio 2015, il fatto che si tratti di una piattaforma gratuita (lo sarà anche una volta raggiunta la versione definitiva) potrebbe orientare un buon numero di utenti all’utilizzo di una soluzione non Linux based.

Per scaricare la Build basterà recarsi sulle pagine del Windows Dev Center, ospitato dal code hosting di GitHub, dove sono presenti sia le Release to Manufacturing che le Insider Preview per Raspberry Pi e MinnowBoard MAX.

Via | Windows 10 IoT Core Release Notes

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche