Corsi on-line

Google Maps ora anche offline

Per quanto possa sembrare strano a chi come noi vive ormai in una realtà always connected, dove anche i dispositivi domestici di uso comune sono in grado di interagire con la rete dati, attualmente in ben il 60% del territorio mondiale non si ha alcuna possibilità di accedere ad Internet. Si tratta di una problematica correlata alle opportunità di accesso alle informazioni che coinvolge anche i servizi per la geolocalizzazione e la cartografia digitale, come per esempio Google Maps.

unnamedCoscienti dell’esistenza di tale limite, gli sviluppatori di Mountain View hanno deciso di implementare una soluzione che consenta l’accesso a questa piattaforma anche a coloro che si muovono all’interno di contesti caratterizzati dal digital divide, motivo per il quale da oggi in poi le mappe fornite dal servizio potranno essere scaricate localmente sul proprio dispositivo e consultate offline; questa iniziativa dovrebbe avvantaggiare in particolare gli utilizzatori di dispositivi mobili.

In sostanza, una volta effettuato il download delle mappe desiderate, queste saranno disponibili anche in aree all’interno delle quali il segnale Internet risulta irraggiungibile; l’assenza di connettività e tra l’altro un problema che non riguarda soltanto le economie più disagiate, ma anche zone particolarmente isolate o persino contesti fortemente antropizzati come per esempio le gallerie stradali o urbanizzati come  i parcheggi sotterranei.

Anche se impiegate offline le mappe di Google consentiranno di ricevere indicazioni relativamente alla direzione da prendere per il raggiungimento di uno specifico punto di arrivo, permetteranno di effettuare delle ricerche riguardanti una determinata destinazione così come di reperire informazioni (come per esempio delle recensioni) riguardanti il luogo verso il quale ci si sta dirigendo.

L’applicazione supporterà il download selettivo, motivo per il quale si potranno scaricare soltanto le mappe relative ad una città o altra località oggetto di ricerca; una volta completato il download Google Maps passerà automaticamente in modalità offline appena rilevato che l’area all’interno della quale ci si muove è priva di connettività o non permette di disporre di una ricezione di segnale sufficiente per la fruizione del servizio online.

Viceversa, una volta che la connettività dovesse ritornare disponibile la piattaforma tornerà in modalità online e l’utilizzatore avrà la possibilità di accedere nuovamente alla versione completa di Google Maps e ad informazioni più dettagliate come per esempio i dati sul traffico in tempo reale per il percorso corrente; per evitare spese eccessive nel caso di tariffe telefoniche a consumo, il servizio prevede in modalità predefinita di scaricare le mappe sui device soltanto in presenza di collegamenti in Wi-Fi.

Questa nuova funzionalità dovrebbe essere introdotta con il più recente aggiornamento dell’applicazione di Google Maps per il sistema operativo mobile Android, ma la versione per iOS sarebbe già in fase di lavorazione.

Via Google Blog

 

 

 

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche