Corsi on-line

L’importanza delle Sitemap HTML

In un recente hangout, John Mueller (Trend Analyst di Google) ha ribadito l’importanza delle sitemap in formato HTML. Una delle tante affermazioni che ci ribadisce costantemente durante i suoi interventi online, spesso ovvie ai più ma solo in teoria: i fatti (e le analisi dei siti) dimostrano spesso il contrario.

Abituati a produrre sitemap XML automatiche da dare in pasto a Search Console ed agli altri motori, ci si può dimenticare di uno strumento che non aiuta solo l’utente ma anche uno spider.

Perchè conviene continuare a proporre una sitemap HTML? Nel caso di siti dalla struttura ampia e complessa, una pagina riepilogativa con delle liste annidate può “chiarire le idee” a livello semantico ad uno spider.
Anche siti dall’architettura carente e mal progettata, con contenuti raggiungibili quasi esclusivamente da pagine tag, o peggio, da form di ricerca interna, una sitemap lineare può essere molto utile.

Un ultimo caso, molto sottovalutato e utile anche ad un utente in carne ed ossa, può essere applicato alle pagine di errore 404: pagine che ancora oggi non sono sempre implementate e, in loro assenza, sono fonte di destabilizzazione del visitatore (“dove sono finito?”, “si è guastato il sito?”, “non ho più connessione?”, sono alcune delle domande istintive).

L’implementazione di una pagina integrata alla grafica del sito può tranquillizzare il nostro visitatore, ma se la pagina si limita al “compitino”, annunciando un semplice “pagina non trovata”, non lo aiuta granché a “ritrovare la strada”. Ecco che una sitemap HTML, magari parziale o contestualizzata all’area che si voleva invano raggiungere, può dare dei suggerimenti utili e non perdere l’utente, reindirizzandolo dove più convenga.

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche