Corsi on-line

HTML5: paginazione con next e prev e indicizzazione

In alcuni casi è necessario lavorare su più pagine Web alla volta, documenti che potrebbero rappresentare una sequenza ordinabile; in questo caso ciascuna pagina dovrebbe avere la caratteristica di essere preceduta da un’altra pagina (previous sibling in termini di struttura) e seguita da un ulteriore documento (next sibling). Una pagina non preceduta da un’altra sarà considerata l’inizio delle sequenza, un documento non seguito da un altro rappresenterà la fine di quest’ultima.

HTML5Per gestire le sequenze di pagine in HTML abbiamo la keyword next che potrà essere utilizzata in associazione agli elementi link, a e area per la creazione di un collegamento ipertestuale (comunemente un link). next indica che un documento è parte di una sequenza e che il link generato attraverso questo tag punta ad una pagina Internet posizionata immediatamente dopo a quella corrente nella sequenza.

Anche la keyword prev (ma è supportata anche l’alternativa previous) potrà essere utilizzata in associazione agli elementi link, a e area per la creazione di un collegamento ipertestuale, nello stesso modo essa indica che un documento è parte di una sequenza e che il link generato attraverso questo tag punta ad una pagina Web posizionata immediatamente prima rispetto a quella corrente nella sequenza.

Tipicamente i link contenenti rel="next" e rel="prev" vengono utilizzati per la paginazione di documenti aventi dati, argomenti o in generale contenuti comuni associati ad URL:

http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=1
http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=2
http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=3
http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=4

L’utilizzo è abbastanza semplice a livello di markup, sarà però possibile far riferimento ad alcuni accorgimenti per comunicare a Google le relazioni esistenti tra le diverse pagine presenti nella sequenza. Nello specifico si potrà procedere indicando tra i tag head della prima pagina l’URL:

<link rel="next" href="http://www.sitoweb.com/content?post=blah&amp;page=2" />

I due URL seguenti nella seconda:

<link rel="prev" href="http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=1" /> 
<link rel="next" href="http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=3" />

I due URL seguenti nella terza:

<link rel="prev" href="http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=2" /> 
<link rel="next" href="http://www.sitoweb.com/content?post=blah&page=4" />

E l’URL seguente nella quarta:

<link rel="prev" href="http://www.sitoweb.com/content?post=blah&amp;page=3" />

Chiaramente la prima pagina della sequenza conterrà esclusivamente rel="next", la seconda e la terza pagina sia rel="next" che rel="prev" e l’ultima soltanto rel="prev". I link potranno contenere sia URL assolute che relative. Nel caso in cui tali riferimenti non dovessero essere indicati Google procederà comunque con l’indicizzazione dei documenti utilizzando il proprio algoritmo.

Via Google Webmaster Central Blog

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche