Corsi on-line

Vettorializzare raster con Vectorizer

La grafica vettoriale è basata su forme geometriche (linee, punti, curve, poligoni) con le quali viene generata un’immagine, a tali forme vengono attribuite delle caratteristiche specifiche, come per esempio un colore. Virtualmente è possibile ingrandire immagini vettoriali all’infinito, senza perdere risoluzione perché le forme geometriche si fondano su equazioni matematiche; ciò le rende ideali per le procedure di stampa.

catturaNella grafica raster (bitmap) l’immagine si basa invece su una griglia di punti di forma quadrata, i pixel, ciascun pixel è associato ad informazioni riguardanti il colore, tali informazioni costituiscono nel loro insieme la rappresentazione dell’immagine. A differenza delle vettoriali che non perdono qualità in caso di ingrandimento, le raster dipendono dalla loro risoluzione dovuta al numero o meglio, alla densità, di pixel; durante l’ingrandimento vengono ingranditi anche i pixel fino a diventare talmente evidenti da rendere l’immagine sgranata.

Se si desidera convertire un’immagine raster in una vettoriale è possibile ricorrere ad un software per la grafica e il fotoritocco che supporti questo tipo di esportazione, se però non abbiamo a disposizione una soluzione del genere possiamo utilizzare un servizio gratuito accessibile online come Image Vectorizer; per il suo impiego non è richiesta alcuna iscrizione, può quindi risultare molto utile per rapide procedure di vettorializzazione, dove i pixel vengono convertiti in oggetti geometrici.

cattura1Image Vectorizer richiede di effettuare l’upload di un’immagine raster (in formato PNG, BMP o JPEG) non più pesante di 1 MB, l’output sarà rappresentato da un file SVG (Scalable Vector Graphics) che in quanto vettoriale è dimensionalmente scalabile. Chiaramente, migliore sarà la qualità dell’immagine originale, migliore sarà la resa di quella generata.

Prima di procedere con il salvataggio è comunque possibile effettuare degli aggiustamenti tramite i wizard offerti dalla piattaforma (“Color Wizard“, per fotografie e clipart, o “Black & White Wizard“, per tatuaggi e disegni). Le modifiche apportate verranno evidenziate da un’anteprima che potrà essere analizzata nel dettaglio tramite una lente d’ingrandimento virtuale.

Via Image Vectorizer

Post correlati
I più letti del mese
Tematiche